1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina
 

Terzo appuntamento di TEATRI CORSARI a Palma di Montechiaro

 

E' in corso di svolgimento la rassegna Teatri corsari,  Palazzo ducale, marzo-maggio 2012, realizzata dal Comune di Palma di Montechiaro in concorso con il CTS di Catania.Il prossimo appuntamento, dal titolo Mille e una fiaba, si colloca nell'ambito della Settimana della cultura e avrÓ luogo giovedý, 19 aprile alle ore 18,30 nel Palazzo ducale.
 
Terzo appuntamento di TEATRI CORSARI a Palma di Montechiaro
La raccolta che va sotto il nome de Le mille e una notte Ŕ un compendio di romanzi, novelle, racconti fantastici, quotidiani, aneddotici che si Ŕ accumulata nel corso di un millennio, di tradizione orale o letteraria.
Presentato sotto forma di Teatro di narrazione, in un'atmosfera che richiama, ad un tempo, il racconto domestico, quello dei cuntastorii siciliani e degli chaunteurs magherebini, lo spettacolo ha anche i toni della jam session tra la narratrice, Graziana Maniscalco, ed il musicista e percussionista Roberto Fuzio, componente dei "Lautari".
A questa "prima parte" seguirÓ un secondo appuntamento, con racconti diversi, lunedý 7 maggio.
I racconti dello spettacolo: Storia delle donzelle di diversi colori Ŕ la gara tra sei ragazze dagli aspetti diversi e contrastanti (bionda e bruna; magra e grassa; bianca e negra) che esaltano le proprie virt¨ e criticano l'altra diversa da loro. Al di lÓ della freschezza del racconto e del divertimento che suscita, Ŕ l'esempio del ruolo della "schiava" nella societÓ orientale: della sua cultura e conoscenza delle arti, della musica e della poesia; della sua capacitÓ di dare e prendere i piaceri della vita; della sua indipendenza di giudizio e della sfrontatezza, anche nei riguardi del maschio e del suo "padrone".
Storia di Qamar az-ZamÓn Ŕ un vero e proprio romanzo per estensione della storia e per ricchezza di argomenti. Narra di due giovani bellissimi che rifiutano di sposarsi sino a quando due ginn (sorta di draghi e demoni della mitologia orientale) non li faranno incontrare, destando l'amore dell'uno per l'altra. Da qui prende il via una vicenda di incontri e separazioni e di storie che si inseriscono nel nucleo centrale della vicenda.
Ŕ un vero e proprio romanzo per estensione della storia e per ricchezza di argomenti. Narra di due giovani bellissimi che rifiutano di sposarsi sino a quando due ginn (sorta di draghi e demoni della mitologia orientale) non li faranno incontrare, destando l'amore dell'uno per l'altra. Da qui prende il via una vicenda di incontri e separazioni e di storie che si inseriscono nel nucleo centrale della vicenda.In definitiva, quello che proponiamo Ŕ uno spettacolo di "intrattenimento colto" ma che mette lo spettatore a confronto di una tradizione narrativa che consente di ridefinire i preconcetti sulla "progressivitÓ" della cultura del medio e dell'estremo oriente e sulla funzione di coesione sociale ed artistica della lingua araba.
Lo spettacolo fa parte delle iniziative previste nell'ambito della manifestazione nazionale Settimana della Cultura.
CTS CENTRO TEATRALE SICILIANO organismo di promozione e formazione del pubblico095 538364 - 348 3844454 - centrots@tiscali .it